Documenti

ACCORDO QUADRO DA CONFESERCENTI NAPOLI

REAGIRE ALLA CRISI BANCE ABI E CDP

La lotta alla Mafia: Lino Busà
http://www.youdem.tv/VideoDetails.aspx?id_video=ae689cbb-4d91-4499-8975-29aae6e3a025

*********************************************************

Falcone Borsellino – Due giudici contro –

Giovanni Brusca – Piu di centocinquanta omicidi

******************************************************************************
da WIKIPEDIA.org

Clan Lago
Il clan Lago è un clan camorristico del quartiere napoletano di Pianura. Il clan è attivo nel ciclo del cemento (soprattutto abusivismo edilizio), oltre che nel racket delle estorsioni.
Negli anni si è reso protagonista di una cruenta faida, dapprima contro il clan Contino, poi successivamente contro il clan Marfella, generando purtroppo anche vittime innocenti. Attualmente il clan si può dire sia stato quasi del tutto disarticolato, merito delle forze di polizia che hanno tratto in arresto esponenti di primo piano dell’organizzazione (in primis quello del capoclan Pietro Lago condannato all’ergastolo in via definitiva).
Un ruolo importante lo hanno svolto senz’altro gli imprenditori e commercianti della zona, decisi finalmente a denunciare il pizzo,con l’aiuto prezioso delle associazioni antiracket (la prima di Napoli è nata a Pianura), che da anni pagavano alla cosca dei Lago e dei loro rivali Marfella.
Da fonti investigative è emerso il coinvolgimento del sodalizio criminale nei disordini antidiscarica avvenuti dopo che si ipotizzava una riapertura della stessa in contrada Pisani. Nelle indagini della magistratura in cui sono coinvolti diversi esponenti dei gruppi ultras del Calcio Napoli, oltre a due politici (uno suicidatosi in seguito ad esse), è emerso che il clan avrebbe pagato i rivoltosi, per far mantenere loro costantemente un clima di guerriglia. Cosi facendo il clan avrebbe continuato a costruire case ed edifici abusivi indisturbatamente, approfittando del caos di quei giorni.Nel dicembre 2009 sono stati fermati e identificati dalla Digos di Napoli 32 imprenditori edili, rei di aver favorito il clan Lago nel fenomeno del caporalato, sfruttando molti immigrati di colore, nella costruzione e ristrutturazione di edifici nuovi,ed abusivi.
*******************************************************************************

TESI DI LAUREA – Le misure di prevenzione

Tesi di laurea di Sorbera Michele

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...