SOS IMPRESA

SOS IMPRESA COSTITUITA PARTE CIVILE

SOS IMPRESA COSTITUITA PARTE CIVILE


****************************************************************************************************
CASSAZIONE : E’ USURA PRESTITO EXTRABUSINESS A IMPRENDITORI

La Seconda Sezione Penale della Corte di Cassazione con la sentenza n. 25328 ha stabilito che scatta sempre la condanna aggravata per chi esercita il prestito a usura nei confronti degli imprenditori anche nel caso in cui il ‘finanziamento’ venga concesso per attività estranee a quelle dell’impresa portata avanti dal soggetto taglieggiato. Con questa decisione la Suprema Corte ha respinto il ricorso di un usuraio contro la condanna aggravata dall’aver prestato soldi a strozzo a un imprenditore di Velletri.

L’imputato voleva evitare la maggiorazione della pena sostenendo che “il finanziamento non aveva alcuna attinenza con l’attività imprenditoriale, ma riguardava l’acquisto di un immobile”., come si legge nella sentenza.

La Corte di Appello di Roma però, già in II grado aveva cdeciso che doveva essere comminata la pena più

elevata in quanto l’unico elemento da prendere in considerazione “é il fatto che la parte lesa, nel momento in cui subisce la condotta usuraria, svolga attività imprenditoriale a nulla rilevando che il finanziamento non sia direttamente impiegato nell’attività economica, dato che la ‘ratio’ dell’aggravante è quella di evitare che l’usura condizioni chi svolga attività di impresa”.

Un orientamento ampiamente condiviso dal tribunale Supremo che nell’emettere la decisione ha aggiunto che “tale forma di tutela privilegiata riguarda soggetti che ricorrono con frequenza al credito e offrono alla criminalità usuraria più diretta infiltrazione in attività economiche lecite”. ”

In altre parole – spiega ancora la Cassazione – la norma mira a tutelare in maniera particolare categorie più esposte con la conseguenza che l’aggravante scatta per il fatto stesso che la parte offesa esercita attività imprenditoriale, professionale o artigianale. Una diversa interpretazione – conclude la sentenza – rischierebbe di svalutare le esigenze, sottese alla norma, di protezione di categorie maggiormente esposte a rischio di usura.

luglio 2011
******************************

http://www.tmnews.it/web/sezioni/videonews/20110427_video_09525755.shtml

*****************************
http://www.trmtv.it/home/attualita/2010_10_21/15473.html

Sos – Impresa in Basilicata contro l’usura

Potenza. Una via d’uscita per gli imprenditori lucani schiacciati dalla morsa dell’usura. Il 21 settembre scorso anche in Basilicata, per iniziativa di Confesercenti, è nata l’Associazione “Sos Impresa” che, attraverso un pool di avvocati ed esperti, elabora strategie di difesa e di contrasto a tutte le forme di criminalità che ostacolano la libertà di impresa, assistendo gli operatori economici vittime del fenomeno mafioso.
Ne parliamo con Prospero Cassino, presidente di Confesercenti Potenza e Salvatore Groia, presidente di “Sos – Impresa Basilicata”. Guarda il video.
Antonella Losignore

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...